Politica

Arganese e Santorsola primi candidati sindaci

Rico Arganese ha ricevuto il pieno mandato esplorativo per verificare la propria candidatura per la carica di Sindaco di Cassano nel giugno 2009 per il Partito Democratico. Lo ha deciso il Direttivo del Pd cassanese ieri sera, al termine di una riunione convocata dal segretario cittadino Rino Palumbo.

Arganese ha accettato l’incarico e si è riservato di decidere entro i prossimi venti giorni.

Non si tratta ancora di una investitura, dunque, ma di fatto l’unanimità dei consensi attorno ad Arganese, sia della componente ex Margherita che di quella socialista, spalanca le porte al primo candidato sindaco di quella che sarà una delle più lunghe campagne elettorali della storia di Cassano.

Il secondo candidato dovrebbe essere – salvo smentite dell’ultima ora – Teodoro Santorsola, attualmente vicesindaco dell’Amministrazione uscente, che correrà per la lista “Continuare”. Lo si apprende dagli ambienti lavorativi del vicesindaco entro i quali ha confermato il suo impegno a candidarsi per le amministrative di giugno.

Smentisce ogni contatto con la dott.sa Maria Pia Dimedio e con il suo gruppo, invece, Ignazio Zullo del PdL. Voci sempre più insistenti, infatti, vorrebbero che l’ex consigliera comunale sia la candidata per il movimento che Zullo sta aggregando assieme all’UDC e ad altre forze politiche.

Non abbiamo alcun contatto con la Dimedio – ha dichiarato Zullo interpellato da CassanoWeb – La strada fra me e la ex consigliera si divise nel momento in cui ella decise di aderire alla Margherita ed io di rimanere nell’ambito del centrodestra nonchè quando ella decise di dimettersi dal ruolo di consigliera comunale ed io di proseguire, nel rispetto del mandato dei miei elettori, nel ruolo di consigliere di minoranza, all’opposizione della Lista “Continuare”, cosa che farò fino all’ultimo giorno del mio mandato. Nulla di personale, ovviamente, ma preferiamo guardare avanti, innovare, cambiare, non restare su posizioni e idee che appartengono al passato, soprattutto quando e nei confronti di chi – politicamente parlando – ha scelto percorsi diversi da quella che è stata la “Lista Zullo” che oggi si riconosce nel centrodestra.”

L’esponente del PdL ha poi confermato che il candidato sindaco e la lista del PdL saranno ufficializzati a fine marzo.

Chi è Rico Arganese

Noto commercialista e titolare di un avviato studio di consulenza a Cassano, laureato in Economia e Commercio all’Università di Bari nel 1993, nel 1994 ha ottenuto l’abilitazione professionale ed è iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili nel distretto di Bari; è iscritto nel registro Revisori Contabili del Ministero di Grazia e Giustizia ed è consulente tecnico del Giudice. 

Quirico (amichevolmente conosciuto come Rico) Arganese ha 41 anni; è nato in Svizzera, a Scherzingen, da genitori italiani ma da sempre vive a Cassano dove  ha studiato e  avviato la propria attività; è sposato con Teresa Cuscianna, personalità da sempre attiva nel sociale e Presidente dell’Associazione “Officine del Sud”; ha due figlie; è iscritto al Partito Democratico ma non fa parte del Direttivo. Non ha mai fatto politica attiva; nelle due ultime elezioni amministrative ha sostenuto la lista di Giuseppe Gentile.

Ideatore e Presidente del Consorzio “Cosvim”, insediatosi nella zona industriale di Cassano , fa parte del Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo  di Cassano delle Murge e Tolve. Se dovesse sciogliere la riserva, avrebbe il pieno appoggio di sua moglie.

Chi è Teodoro Santorsola

Esponente di punta prima della lista “Progetto Idea-Domani” che vinse le amministrative del ’99 e poi di “Continuare” che confermò il suo ruolo di vicesindaco, è in politica fin da ragazzo. Sempre a destra: prima nel Movimento Sociale – Fiamma Tricolore, poi in Alleanza Nazionale.

E’ stato consigliere comunale e si è candidato un paio di volte per la Provincia, senza riuscirci. Ha ricoperto anche ruoli di consigliere e assessore presso la Comunità Montana.

Bancario, impiegato presso la BCC di Cassano, sposato, due figli, è considerato l’uomo forte di “Continuare”, in grado di spronare gli altri consiglieri della maggioranza anche nelle scelte più ardite e difficili.

Sarebbe stato il fautore dell’ingresso in maggioranza dei consiglieri di minoranza Ezio Tunzi e Filippo Giustino che nel marzo scorso sostituirono Mimma Busto e Titti Lanzolla all’interno della maggioranza.

Assessore al Bilancio e Programmazione dal 1999, è stato, fra l’altro, l’inventore dell’operazione SWAP, l’utilizzo dei “derivati” per estinguere (dice lui) o rinviare al 2023 (dicono le opposizioni) i debiti che pesavano sulle casse comunali cassanesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *